FANDOM


Iceberg

L'iceberg "Titanic", immortalato dal marinaio ceco Stephan Rehorek il 20 aprile 1912.

Titanic è il nome con cui è comunemente noto l'iceberg che affondò l'omonimo transatlantico, la notte tra il 14 e il 15 aprile 1912.

Storia

Nascita e collisione con il Titanic

L'iceberg "Titanic" si formò nel ghiacciaio Jacobshavn, nella Groenlandia occidentale, da cui si separò probabilmente tra la fine del 1911 e gli inizi del 1912, diventando un grande monolitico di ghiaccio derivante. Ha quindi un'età stimata di 105 anni, cosa che fa di lui uno dei più vecchi iceberg mai incontrati.

Venne trasportato dalla forte corrente del Labrador, attraversò le Baie di Baffin fino all'Atlantico settentrionale, dove ebbe il suo appuntamento inevitabile con il Titanic.

Il marinaio ceco Stephan Rehorek fu il primo a vedere l'iceberg dopo il disastro, nonché colui che scattò l'unica foto esistente.

Conseguenze

Prima dell'aprile 1912 non c’erano sistemi di monitoraggio degli iceberg che mettessero in guardia le navi sul pericolo di possibili collisioni. Il disastro del Titanic diede una forte spinta alla istituzione di organismi di sorveglianza degli iceberg. La marina americana pattugliò le acque, monitorando i flussi di ghiaccio, fino a quando nella Conferenza Internazionale sulla Sicurezza in Mare del novembre 1913, tenutasi a Londra, venne decisa la nascita di un ente di osservazione permanente degli iceberg: nel giro di tre mesi sarebbe nata la International Ice Patrol (IIP), con il compito di raccogliere dati meteorologici e oceanografici nell'Atlantico settentrionale, misurandone le correnti, i flussi di ghiaccio, la temperatura e i livelli di salinità.

Il ritrovamento

Nel 1998 l'iceberg "Titanic" venne ritrovato da un gruppo di oceanografi, solo 370km ad ovest del luogo della collisione (fatto strano, considerando che solitamente gli iceberg viaggiano su migliaia di chilometri durante gli anni, influenzati dal movimento dei venti e dalle correnti oceaniche). L'iceberg si erge ancora oggi come un edificio di 10 piani, con i tre quarti della sua massa sotto il livello dell'acqua. L'identificazione fu possibile grazie a delle tracce di vernice rossa rinvenute sulla sua superficie, la stessa con cui era verniciato lo scafo del Titanic. «Non si poté fare a meno di provare una sensazione di dispiacere e di compassione per le centinaia di persone che hanno perso la vita in questa tragedia tanti anni fa» ebbe da dichiarare successivamente Erik Kristiansson, l'oceanografo a capo del team che esaminò l'iceberg. I ricercatori rinvenirono numerosi oggetti sulla superficie del suo corpo. Fra questi, gli scheletri di tre uomini che portano uniformi contrassegnate "R.M.S. TITANIC", una lastra metallica di una nave che reca le lettere "TITA" riconoscibili, un braccialetto d'uomo e un orologio che gli esperti hanno datato essere del 1912. Nessuna fotografia è stata presa, su richiesta del governo britannico.

Oltre agli oggetti del Titanic, i ricercatori hanno trovato oggetti che provengono almeno da altre due origini, fra cui un timone che appartenne ad una nave risalente alla Seconda Guerra Mondiale ed un albero risalente agli anni '50.

Destino dell'iceberg

Il destino dell'iceberg "Titanic" sembra sia quello di rimanere alla deriva per l'Atlantico settentrionale fino al completo scioglimento. Gli oceanografi che lo esaminarono prevedono sarà completamente sciolto in circa 45 anni (circa nel 2043). «La lunga vita del gigante volge alla sua fine», dichiarò Kristiansson. «Abbiamo osservato una disintegrazione considerevole dovuta alla ghisa: tra 45 anni, l'iceberg "Titanic" non esisterà più.»

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.